menu

28/05/20

Nuovi poveri-fame Mascherina-Distanziamento Recrudescenze Stop zootecnia Razzismo

***ESTE DOCUMENTAL ESTÁ DIVIDIDO EN SU INTERIOR EN DOS APARTADOS***
****NUOVO FORMATO CON AUDIO****
***QUESTO DOCUMENTARIO è SUDDIVISO AL SUO INTERNO IN DUE PARTI***


Terrorizzato, nell’intento di sopravvivere di fronte ad un presunto nemico invisibile chiamato Sars-Cov2, il mondo intero a causa del confinamento sta conducendo l'economia mondiale in pochi mesi a una recessione più grande del crash del 1929 e questo collasso non è solo per i poveri che stanno passando direttamente alla mendicità in molti paesi del mondo e a una morte certa per milioni di loro, ma è anche per quelli della classe media, che fino a poco tempo fa avevano i loro lavori che gli permettevano di vivere degnamente. E nonostante esistano molte evidenze di questa falsa minaccia di psicosi di massa, allo stesso modo, per i 2,5 miliardi di persone che sopravvivono con appena due dollari al giorno, l'impatto del nuovo virus contagioso può essere devastante.
In questo nuovo documentario, analizziamo le testimonianze di politici, presidenti di paesi, avvocati, scienziati, medici, immunologi e scienziati di tutto il mondo che stanno esponendo la realtà e l'inganno dietro a questa crisi sanitaria senza precedenti e come attraverso la paura siamo stati costretti a rinunciare alle libertà fondamentali e ciò sta minacciando la salute così come l'economia globale.
E la quarantena e le misure che ci sono state imposte saranno davvero valide, come il distanziamento sociale, che comporta solitudine, isolamento, o il divieto di prendere il sole, così necessario per il sistema immunitario, il controllo dei movimenti e la perdita della nostra libertà? Oppure l'obiettivo sarà lo spopolamento del 90% dell'umanità, facilitando al tempo stesso il controllo dittatoriale attraverso l'attuazione di un'intelligenza artificiale, un sistema senza denaro contante e infine un governo mondiale? Perché come si vede, la carenza nella distribuzione di cibo, la chiusura delle industrie della carne, la rottura della catena di produzione, ci stanno portando a una crisi alimentare, alla malnutrizione e alla carestia senza precedenti in intere famiglie di tutto il mondo.